• Dom. Ott 25th, 2020

Casa Vianello, la sit-com che ha fatto la storia: le curiosità più interessanti e gli spin-off

casa vianello

Dal 1988 al 2007 la sit-com Casa Vianello – la più longeva mai trasmessa dalla televisione italiana – è entrata nelle case del Belpaese, riuscendo a far divertire tutti con le storiche gag che vedevano protagonisti proprio Raimondo Vianello e Sandra Mondaini.

Nella giornata di oggi ricorre il decimo anniversario della morte dell’indimenticabile attrice milanese, che era riuscita a creare questo format così apprezzato con il suo compagno di vita.

Casa Vianello riscosse un successo talmente straordinario da spingere gli ideatori a realizzare anche due spin-off, Cascina Vianello e I Misteri di Cascina Vianello.

Oltre a Sandra Mondaini e Raimondo Vianello, un altro personaggio sempre presente è la Tata – interpretata da Giorgia Trasselli – di cui non si conosce il nome. Il cognome, Pellecchia, viene invece svelato nella puntata “Noblesse Oblige”.

Durante tutte le stagioni la scena finale prevede Sandra e Raimondo a letto: nella prima stagione la coppia dialoga, ma dalla seconda in poi diviene famoso il tormentone “Che noia che barba” della Mondaini, con Vianello che legge “La Gazzetta dello Sport”: solo in quattro episodi vengono proposte delle varianti per il finale.

Sono pochissimi anche gli episodi con scene girate all’esterno o in altri appartamenti. Casa Vianello ha ospitato anche molte guest-star, come Antonella Elia, Paola Saluzzi e Anna Falchi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *