Nostalgia 00

Nostalgia 00, i tormentoni dell’estate 2000 da Vamos a Bailar a La Bomba

Eravamo entrati nel nuovo millennio senza grossi problemi, in barba alle paure millenaristiche.

Niente maledetto millennium bug, alla mezzanotte del 31 dicembre del 1999 (che fa strano, scrivere 1900 – vent’anni dopo) e giunse anche l’estate del 2000.

Al governo c’era Giuliano Amato, a capo di una maggioranza di centrosinistra.

L’anno seguente, giusto in tempo per il G8, si insidiò il secondo Governo Berlusconi, destinato poi a durare 5 anni.

Ma questa è tutt’un’altra storia

Abbiamo ancora la lira ed è la penultima estate in cui abbiamo la nostra moneta.

Ma siamo un sito dedicato alle nostalgie: torneremo abbondantemente a scrivere di come era il 2000 e gli anni ’00 in assoluto.

Andiamo invece al tema che ci interessa in questa sede: i tormentoni dell’estate 2000.

Quali sono stati i tormentoni dell’estate 2000?

Ci baseremo su quanto suggerito da Google cercando “canzoni estate 2000” (per tutte le hit dell’anno scriveremo un apposito articolo e ci baseremo sulla classifica ufficiale dei singoli dell’anno).

E partiamo con Vamos a Bailar (Esta Vida Nueva).

Ne ho scritto in un articolo ad hoc di qualche tempo fa, per questo non mi dilungherò oltre e mi limiterò a linkarmi: Vamos a Bailar (Esta Vida Nueva): sono passati 20 anni dalla hit di Paola e Chiara, di già

Proseguiamo con Ti Amo Ti Amo.

Alessia Aquilani – meglio nota come Alexia – esponente tricolore dell’eurodance si avvicina alla svolta che avverrà nel 2002, quando inizierà a cantare unicamente in italiano. Per adesso in italiano c’è solo un pezzo di ritornello: “Ti Amo Ti Amo I love you / Ti Amo Ti Amo I am crazy for you”

Il 2000 – ma è un po’ la caratteristica delle estati – è una estate di one hit wonder.

Ed una one hit wonder è Carlotta che – nell’estate 2000 – spopola con Frena.

Una canzone che suona molto old school ma che è nel futuro, con un video in 3D clamorosamente avanguardista (ma d’altra parte sono gli anni degli Eiffel 65 – cui dedicheremo necessariamente un post – che in quanto a video 3D…).

Ve lo proponiamo di seguito, tratto da Magic (chi si ricorda Magic?)

In Italia sono noti solo per la traccia in questione, ma i Corrs (band composta da un fratello e tre sorelle che di cognome per l’appunto fanno Corr) sono lungi dall’essere un gruppo considerabile one hit wonder.

Basti pensare che dal 1995 al 2015 hanno venduto nel mondo 30 milioni di album!

Breathless è una hit che vi suonerà sicuramente nota.

E ci lascia senza fiato, come la nostalgia per quei tempi.

I French Affair sono un gruppo definibile three hit wonder.

Ma sicuramente My Heart Goes Boom (La Di Da Da)  è la loro canzone più nota.

Gruppo franco-tedesco, ha attraversato gli anni ’00 prima di scomparire: fondato nel 1999, si sciolse nel 2009.

E se fosse tempo di reunion?

(In realtà, in un’intervista a NonSolo.TV – la cantante ha smentito l’ipotesi: adesso canta e se la suona da sola, con l’aka di Ghetto Bardot).

Quanto si ballava, nel 2000! (Non a caso il passaggio tra il 1999 e il 2000 fu anticipato da Waiting for tonight di JLo).

E si ballava anche con Up & Down (Don’t Fall in Love With Me) di Billy Moore.

Ma non fatevi ingannare dal nome: Billy Moore era (è mort* nel 2005 per una leucemia fulminate. Rest In Peace) italianissim*.

Era il nome d’arte di Massimo Brancaccio, drag queen nat* a Milano.

La voce era prestata da John Biancale.

Hello world, this is me.
Life should be, fun for everyone.

Chi dimentica la vocina di Belle Perez in Hello World?

Anche in questo caso parliamo di una one hit wonder.

Belga, in barba al cantato in inglese e al nome spagnolo (i genitori di Belle sono iberici).

Finiamo con una canzone che ci tormenta ancora, sulle spiagge.

Balli di gruppo a non finire.

Tormento vero e proprio.

Tutta colpa de La Bomba, cover del gruppo argentino King Africa (l’originale è degli Azul Azul)

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *