• Gio. Ott 1st, 2020

L’orca assassina ha di nuovo partorito e stavolta va tutto bene. Nel 2018 trascinò per giorni il suo piccolo morto

orca assassina figlio

Un’orca assassina, famosa per aver trasportato il suo piccolo morto per due settimane nel 2018, ha nuovamente partorito.

Il nuovo cucciolo di orca è stato avvistato sabato scorso, mentre nuotava accanto a sua madre nelle acque statunitensi dello stretto di Juan de Fuca. Ad individuare l’orca assassina e il suo piccolo è stato il Center for Whale Research, che ha sede nello stato di Washington, che ha descritto il cucciolo di orca come “sano e precoce”.

Deborah Giles, biologa di ricerca sulle balene presso il Center for Conservation Biology dell’Università di Washington, ha detto che il piccolo “socializzava molto con gli altri membri” e riusciva a tenersi al passo con tutti, dimostrando un “comportamento molto attivo” in superficie.

La dottoressa Giles dice che il cucciolo, noto come J57, è nato dalla madre J35 la sera del 3 settembre, o al massimo la mattina del 4 settembre.

Due anni fa, J35 salì agli onori delle cronache per aver trasportato per 17 giorni un suo cucciolo morto lungo 1.600 chilometri dell’Oceano Pacifico: gli scienziati l’avevano ribattezzato il “viaggio del dolore”.

Gli esperti si erano accorti già lo scorso mese di luglio che l’orca era di nuovo incinta.

“E’ una nascita importante per quella famiglia – ha detto la biologa – Ma lo è anche per quella popolazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *